E’ possibile il fai fa te nel settore allarme casa?

In un periodo di forte congiuntura economica come quello che il nostro paese sta attraversando, si sa, essere in grado di riparare da se un muro, piuttosto che la lavatrice o l’impianto elettrico aiuta non poco l’economia domestica.

E’ chiaro, che non bisogna avventurarsi in lavori di riparazione se non si ha un briciolo di competenze specifiche sull’argomento poiché, come evidente, in taluni casi si possono riportare danni anche gravi.

Ergo, senza competenze non avventuratevi nella riparazione di un elettrodomestico o di un impianto elettrico a 220v, potreste farvi veramente male.

Esistono però persone, con specifiche competenze di settore, magari accumulate in precedenti esperienze lavorative che riescono egregiamente a metterle a frutto nelle piccole riparazioni domestiche.

Ma torniamo per un momento all’argomento del giorno, la sicurezza della propria casa, maga affrontata con un ottimo kit antifurto casa.

Perché proprio con un kit antifurto casa vi chiederete, proprio per le sue caratteristiche di facilità di installazione, manutenzione ed eventuale riparazione.

Avrete infatti sicuramente notato come in questi ultimi anni proliferino a dismisura, soprattutto sul web, aziende anche molto affermate nel settore degli allarmi casa che propongono decine di soluzioni, e non solo entry level, di kit antifurto casa, che rendono possibile per chiunque una corretta installazione e manutenzione.

Consultando con attenzione tra le svariate proposte commerciali che troverete in rete, confrontandole tra loro e valutandone costi e contenuti tecnologici, sarete sicuramente in grado di perfezionare un kit della specie perfettamente attagliato alle vostre esigenze.

Tanto per cominciare ad esempio, procuriamoci una bella piantina aggiornata della nostra casa e, comodamente seduti davanti al computer, segniamo su di essa tutti i punti di accesso che intendiamo proteggere, scegliendo tra sensori magnetici per porte/finestre, piuttosto che, allo stesso scopo barriere ad infrarossi.

Individuate poi le zone di passaggio obbligato (anche nelle aree esterne se ve ne fossero) ove posizionare sensori da infrarosso, meglio se con rilevatore di movimento.

Dopo questa prima fase, deciderete il numero di sirene da adottare (meglio più di una e la loro collocazione, chiaramente da connettere ad una buona centralina d’allarme con telecomandi e combinatore telefonico gsm.

A monte di questo, ricordate di stabilire se intendete adottare una tecnologia filare, wireless o di tipo misto, a seconda del livello di predisposizione della vostra casa al passaggio di cavi o meno.

Fatto questo, vi riuscirà adesso veramente facile riuscire ad individuare il kit antifurto casa che fa per voi e, sicuramente ad un prezzo eccezionale.

Share this post:

Recent Posts

Comments are closed.