Cosa c’è da sapere sugli imballaggi in polpa di cellulosa

Cosa c

Che cosa sono gli imballaggi in polpa di cellulosa

Gli imballaggi in polpa di cellulosa vengono realizzati utilizzando una particolare tecnologia. La materia prima usata per il processo di produzione può essere la polpa del legno, tuttavia negli ultimi anni si sono diffuse soluzioni per ricavare la cellulosa (https://it.wikipedia.org/wiki/Cellulosa) grazie a procedure di riciclaggio dei materiali. Di conseguenza sono sempre più numerose le aziende che ottengono la materia prima dalla carta raccolta tramite la raccolta differenziata. Si tratta di una soluzione ecologica, che consente di avere un minore impatto ambientale e di ridurre sia l'uso delle risorse necessarie al processo produttivo che il numero di alberi tagliati. Proprio per questo motivo gli imballaggi in polpa di cellulosa sono molto apprezzati e sempre più diffusi. Un'altra caratteristica che ha contribuito al loro successo è la notevole resistenza a urti e graffi. Al tempo stesso risultano essere imballaggi molto flessibili e leggeri, quindi possono essere gestiti in maniera più veloce e semplice. In secondo luogo comportano diversi vantaggi, legati all'ottimo rapporto qualità/prezzo e al fatto che assicurano una buona possibilità di immagazzinamento.

Quando utilizzare gli imballaggi in polpa di cellulosa

Gli imballaggi in polpa di cellulosa vengono utilizzati in ambito industriale per proteggere in maniera ottimale la merce dagli urti e dalle scosse durante il trasporto. Vengono impiegati nell'industria automobilistica, di arredamento o per imballare alimenti (bottiglie di vino, uova, mele, pere e pomodori) e prodotti di largo consumo e di alta qualità. Tra questi si ricordano cosmetici, dispositivi elettronici e digitali. Le soluzioni realizzate appartengono a tre tipologie diverse, cioè Usualpul, Hardpulp e Qualitypulp. Dopo essere stato realizzato l'imballaggio può essere modificato effettuando un'operazione di pressatura a caldo; quindi viene sottoposto a taglio o incollaggio. In questo modo l'aspetto estetico finale risulta essere più piacevole, così da presentare adeguatamente il prodotto imballato.

Cosa tenere a mente

Quando gli imballaggi in polpa di cellulosa vengono ricavati dalla carta riciclata viene impiegata una soluzione tecnologica di modellamento e stampa 3D. Infatti l'uso di stampanti apposite e di un particolare software consente di modellare il materiale in qualsiasi forma tridimensionale. In questo modo è possibile andare incontro a qualunque esigenza della clientela e realizzare soluzioni personalizzate in base al tipo di merce da imballare. La progettazione di questi imballaggi in polpa di cellulosa avviene, durante la prima fase, con una grafica virtuale 3D. Si tratta di un accorgimento necessario per rilevare le zone ottimali di deformazione e la rigidità spaziale del prodotto, così da ottenere i migliori risultati. Quindi si passa alla fase di stampa 3D. Infine bisogna sempre tenere a mente che gli imballaggi in polpa di cellulosa sono ecologici e a basso impatto ambientale anche per il fatto di essere completamente riciclabili. Di conseguenza possono essere riutilizzati dopo il loro impiego per alimentare nuovamente il processo produttivo.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment