MONTESILVANO: LA RIVOLUZIONE DAL BASSO

Per la prima volta in Italia parte un’iniziativa che mette l’interesse del cittadino al centro del sistema e non più gli interessi di pochi. Si tratta del progetto “Riciclo a 5 stelle”, promosso appunto dallo stesso Movimento politico e partirà la prossima settimana (tra il 24 e il 27 maggio) a Montesilvano. &laquo…

Evidenziamo questa news da:

L’imballaggio di plastica secondo CARPI:

MONTESILVANO: LA RIVOLUZIONE DAL BASSO

Per la prima volta in Italia parte un’iniziativa che mette l’interesse del cittadino al centro del sistema e non più gli interessi di pochi.

Si tratta del progetto “Riciclo a 5 stelle“, promosso appunto dallo stesso Movimento politico e partirà la prossima settimana (tra il 24 e il 27 maggio) a Montesilvano.

«Per mesi abbiamo rincorso la burocrazia», racconta Manuele Anelli, «per mesi alcuni cavilli burocratici ci hanno rallentato ma adesso partiremo definitivamente».

L’iniziativa consiste nella possibilità da parte dei cittadini di Montelsilvano di veder riconosciuto un contributo per aver effettuato la raccolta differenziata della plastica. Per ora il materiale plastico raccolto riguarderà i flaconi, bottiglie e bottiglioni.

La plastica dev’essere priva di qualsiasi liquido o solvente. Una volta presa la bottiglia bisogna comprimerla con il tappo. La ditta privata che si occuperà della raccolta del materiale (perché i rifiuti hanno un valore economico e il progetto ne è una prova concreta!) «che nel frattempo avrà pesato il materiale prelevato», spiega Anelli, «ci garantirà il valore di mercato del materiale pesato. Una volta stabilito quante persone hanno conferito la sola plastica, quanta plastica siamo riusciti a raccogliere e quanto abbiamo guadagnato faremo le nostre successive proiezioni su quanto il Comune di Montesilvano potrebbe guadagnare vendendo la propria plastica. Fatti questi calcoli proseguiremo anche con le tabelle sugli altri materiali che normalmente i comuni gestiscono in modo diverso».

«La nostra iniziativa», va avanti Anelli, «non ha fine di lucro, pertanto il ricavato (si spera consistente) sarà interamente girato ad un’iniziativa benefica e socialmente utile che decideremo nella prossima assemblea dedicata. Nel dibattito sempre fruttuoso era nata la proposta di acquistare una sedia a rotelle da donare a chi ne avesse più bisogno all’interno dell`Azienda Speciale di Montesilvano e un sistema di comunicazione per i sordo-muti, attraverso un`applicazione che caricheremo sui tablet che riusciremo ad acquistare».

«Miriamo a cambiare il sistema che ha gestito il rifiuto in Abruzzo in maniera poco trasparente», spiega ancora Anelli. «La gestione del materiale riciclato deve tornare in mano ai cittadini, e quindi in mano al comune, che troppo spesso ha avuto problemi di natura giudiziaria».



Per avere informazioni: info@montesilvano5stelle.it
Fonte: http://www.primadanoi.it

Per questo articolo ringraziamo:

L’imballaggio di plastica secondo CARPI

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

MONTESILVANO: LA RIVOLUZIONE DAL BASSO

MONTESILVANO: LA RIVOLUZIONE DAL BASSO

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi