Giocattoli nuovi a Natale: come smaltire i vecchi

Il Natale sta arrivando e molti bambini riceveranno i giocattoli nuovi mentre molti altri già invadono le camerette. Ovviamente non si può sempre tenere tutto e bisogna fare una cernita. Alcuni, per i quali bambini sono diventati troppo grandi e non utilizzano più ma che sono ancora in buono stato si possono donare alle case famiglie oppure alle chiese ma cosa si fa con quelli rotti che bisogna eliminare definitivamente?

Non basta gettarli nell’indifferenziata ma bisogna fare un'opportuna raccolta differenziata che, però, a causa degli innumerevoli componenti che compongono un giocattolo, è un vero e proprio rebus.

Esclusi i giocattoli realizzati in carta e plastica, la maggioranza dei giochi, ormai, sono elettronici e quindi dei RAEE. Una console, ad esempio, è composta al 45% di ferro, al 20% di plastica, al 4% di alluminio e Per la percentuale restante in rame, metalli e terre. Quindi, come vedete, per niente facile da smaltire in modo corretto.

La plastica

Nell'ultimo decennio, la plastica è oggetto di una vera e propria rivoluzione. Mentre alle sue origini era considerato come un materiale leggero, lavabile, alternativo, economico, facile da produrre, ecc. oggi viene quasi demonizzata. Grazie a queste sue caratteristiche però, e da sempre utilizzato nella produzione dei giocattoli, quindi cerchiamo di conoscerlo meglio per smaltirla dovere.

I tipi di plastica più comunemente usati sono:

  • Il polietilene Con cui si realizzano nastro adesivo, bottiglie, sacchetti, tubi, giocattoli di vario genere, ecc.;
  • Il polipropilene maggiormente utilizzato nel settore dell'arredamento e dei produttori di flaconi di detersivi ed igiene personale;
  • Il Cloruro di polivinile che si utilizza per i muri delle case, per finestre porte e nella produzione di pellicole isolanti e vaschette per le uova;
  • Il polietilentereftalato ideato per la realizzazione delle bottiglie delle bibite;
  • Il polistirolo Con cui si producono vaschette alimentari, tappi, posate e piatti.

Un impegno per il futuro

Alla luce di queste precisazioni, e abbastanza evidente l'importanza di fare attenzione ai giocattoli che compriamo per i nostri bambini. il consiglio è quello di preferire i giochi artigianali di legno, i puzzle oppure i giochi in scatola come alternativa alla solita plastica. se siamo proprio obbligati da un loro desiderio ad acquistare un giocattolo realizzato in questo materiale acquistiamo quelli in PET o PE ma mai quelli in PVC che è più pericolosa.

Scegliere la plastica riciclabile e indice di sostenibilità ambientale tanto quanto scegliere il giocattolo perfetto per il nostro bambino facendogli capire che impatto avrà questo sul pianeta. trasmettergli questi valori e il vero regalo che possiamo fargli per il suo futuro da adulto.

Dopo questa parentesi natalizia, vi ricordiamo che è molto importante segnalare la presenza sul suolo urbano di rifiuti pericolosi che devono essere smaltiti correttamente da professionisti come quelli della Nova Ecologica Che si occupa di smaltimento dei rifiuti a Roma E che potrete conoscere meglio visitando il sito www.novaecologica.it.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi